Inizio > Rivista Antonianum > Articoli > Pesce Giovedì 17 ottobre 2019
 

Rivista Antonianum
Informazione sulla pubblicazione

 
 
 
 
Foto Pesce Pier Giuseppe , Recensione: G.B. Guzzetti, Ecologia, popolazione e morale , in Antonianum, 65/2-3 (1990) p. 395 .

Mentre sembra allontanarsi progressivamente, per l'evolversi dei rap­porti tra le grandi potenze, il pericolo costituito dalla « bomba nucleare », molti vedono addensarsi nubi sempre più minacciose sul futuro dell'uma-i nità a causa di due altre cosiddette bombe:   quella « ecologica » e quella « demografica ».

Innegabilmente, sia il problema ecologico che quello demografico sono molto vivi nella coscienza comune del nostro tempo, con frequenti riper­cussioni di inquieta incertezza e si allarmata preoccupazione: ne sono un sintomo eloquente l'abbondante letteratura di vario genere, che ne tratta da diverse angolature:  cause, previsioni, effetti, rimedi...

Ma, come sempre accade in questioni complesse e che toccano da vicino le persone nelle loro scelte di vita, le valutazioni e gli orientamenti sono quanto mai disparati, sia sul versante laico (culturale, scientifico, politico...) che religioso (soprattutto nell'ambito cristiano).

In questa situazione di grande eccitazione e di non minore confusione giunge opportuno il volume del Guzzetti perché offre un prezioso contri­buto sia a prendere visione più panoramica e oggettiva dei problemi e sia a trovare il bandolo che permetta di districare nel modo migliore questa intricata matassa.

Sotto il primo aspetto, di fronte a una farraggine di informazioni non sempre attendibili, l'autore presenta una ricca documentazione che, oentre richiama l'attenzione su aspetti e risvolti non sempre considerati modo sufficiente o corretto,  evidenzia  anche  l'inconsistenza  di  non pochi luoghi comuni.

Sotto il secondo aspetto, sullo sfondo delle contrastanti opinioni, l'autore illustra la risposta cristiana, che trova i suoi capisaldi soprattutto nel giusto concetto di « dominio » dell'uomo sulla natura (che non è affatto dispotico e arbitrario) e di « regolazione » della fertilità umana (che deve tener conto di molteplici fattori).

A mio avviso, uno degli aspetti più interessanti del volume è il modo con cui l'autore affronta la complessa problematica: la valutazione etica non viene calata con procedimento deduttivo da alcuni princìpi astratti, ma viene ricavata con procedimento induttivo da un confronto serio e approfondito tra i dati oggettivi della realtà e le indicazioni oggettive della ragione e della fede.

Anche per questo motivo, il contributo del Guzzetti merita un'acco­glienza attenta e una lettura libera da preconcetti: si potrà anche non convenire su singoli particolari, ma non si potrà evitare un salutare ripen­samento su come scongiurare ì paventati pericoli costituiti dal degrado ecologico e dall'incremento demografico.


 
 
 
 
 
twitter
 
Martín Carbajo Núñez - via Merulana, 124 - 00185 Roma - Italia
Questa pagina è anche attiva qui
Webmaster