> > > Friday 27 November 2020
 


 
 
 
 
Foto , Incontri accademici di nostri docenti della Facoltā di Diritto Canonico , in Antonianum, 70/2 (1995) p. 321-322 .

1. Dal 16 al 17 marzo 1995 i Professori Heinz-Meinolf Stamm e Nikolaus Schòch della Facoltà di Diritto Canonico del PAA, hanno tenuto, nell'Istituto per la Storia del Diritto dell'Università di Miskolc in Ungheria, delle relazioni sulle cause di nul­lità del matrimonio e della dispensa dal matrimonio rato e non consumato. Gl'in­contri, ai quali hanno partecipato Professori, Assistenti e una trentina di Studenti, si sono svolti, in lingua tedesca, nell'ambito del seminario giuridico. Data la com­pleta ignoranza del diritto canonico, a causa del passato comunista, l'interesse e le discussioni erano particolarmente vivaci.

In questa occasione i Professori sono anche stati ricevuti, a Budapest, dal Pro­fessore Jànos Zlinsky, Giudice della Corte Costituzionale Ungherese, il quale li ha informati sul progetto di erigere, nell'Università Cattolica « Peter Pàzmàny », Bu­dapest, una moderna facoltà di diritto civile con un istituto di diritto canonico, per formare esperti per le nuove esigenze europee. È stata presa in considerazione la possibilità d'una futura collaborazione tra il nuovo istituto di diritto canonico e la Facoltà di Diritto Canonico dell'Antonianum.

2. Il 27 marzo il Prof. Nikolaus Schòch, della Facoltà di Diritto Canonico del PAA, ha partecipato al Convegno « La prova nel processo matrimoniale canoni­co », tenutosi nella Sala della Cassa di Risparmio a Verona. Il Convegno è stato or­ganizzato dalla Cattedra di Diritto Ecclesiastico dell'Università di Padova, dalla Ri­vista « Il diritto ecclesiastico » e dall'Unione Giuristi cattolici Italiani di Verona. Sotto la presidenza di S.E. Mons. Paolo Magnani, Vescovo di Treviso, sono inter­venuti il Prof. Sandro Gherro, il Prof. Joaquin Llobell e S.E. Mons. Mario F. Pom-pedda, Decano del Tribunale Apostolico della Rota Romana. Tra i partecipanti vi erano numerosi avvocati, notai e giudici e molti professori e assistenti delle cattedre di diritto ecclesiastico e canonico della facoltà di giurisprudenza italiane. Nel pome­riggio è stata data opportunità anche a P. Schòch di presentare una comunicazione di 20 minuti dal titolo « Il perito come "testis de scientia qualificatus" », che sarà ampliata e poi pubblicata nella rivista « Il diritto ecclesiastico ».

3. L'OCIPE (Office catholique d'information et d'initiative pour l'Europe) ha organizzato nei giorni dal 16.3 fino al 19.3.1995 a Dobogókò presso Budapest un colloquio scientifico sui problemi delle minoranze etniche nell'Europa centrale. L'OCIPE ha i suoi uffici anche a Varsavia, Bruxelles e a Strasburgo. Al convegno

hanno partecipato: i rappresentanti delle minoranze etniche, linguistiche e religiose di vari paesi e i rappresentanti delle organizzazioni che si occupano dei problemi delle minoranze. Le relazioni principali hanno riferito sul problema del dialogo tra Chiesa e Stato; su che cosa significhi « essere minoranza » nella società odierna; in che modo la Chiesa tuteli e promuova l'identità delle minoranze etniche, ricono­scendo il loro diritto fondamentale all'esistenza e al progresso (Prof. V. Papez, de­cano della Facoltà di Diritto Canonico del PAA). Le « tavole rotonde » hanno sco­perto moltissimi problemi con i quali si devono confrontare le minoranze ogni gior­no. La situazione in molti paesi appare non troppo ottimistica, anche se i vari Stati teoricamente si dichiarano favorevoli alla tutela dell'identità specifica di ogni mino­ranza. Il messaggio di Giovanni Paolo II per la giornata mondiale della pace nel 1989, « Per costruire la pace rispettare le minoranze », è una « magna charta » sia per la Chiesa che per le istituzioni civili, riguardo al trattamento delle minoranze. I rappresentanti delle Conferenze dei Vescovi dell'Europa, riuniti nel 1983 a Brixen, hanno deciso di preparare un ordinamento comune per la pastorale delle minoran­ze. L'anno 1995 è stato dichiarato dall'ONU come l'anno della tolleranza e ciò è una bella occasione per mettere in pratica ogni disposizione della « Dichiarazione di tutte le forme di tolleranza e di discriminazione » promulgata nel 1981.

4. La « Johannes Duns-Skotus Akademie fur die franziskanische Geistesgeschi-chte und Spiritualitàt » in Euskirchen (Germania) ha organizzato dal 26 al 29 mar­zo 1995 le giornate di studio sul tema: « Das Ordensrecht im Dienst der Spiritua­litàt ». A questo incontro hanno partecipato anche due Professori della Facoltà di Diritto Canonico dell'Antonianum: Viktor Papez ha parlato sul tema: « Das Recht der Ordensleute auf Schutz der eigenen Intimsphàre und ihre Respektierung durch die Oberen » e Heinz-Meinolf Stamm invece ha presentato il tema: « Die neuen Generalkonstitutionen der Klarissen- ein Entwurf zeitgemàBer Verwirklichung der Spiritualitàt der hi. Klara ».


 
 
 
 
 
twitter
 
Martín Carbajo Núñez - via Merulana, 124 - 00185 Rome - Italy
This webpage is also available here
Webmaster