Inicio > Revista Antonianum > Artículos > Tonna Martes 11 Agosto 2020
 

Revista Antonianum
Datos sobre la publicación

 
 
 
 
Foto Tonna Ivo , Recensione: Kenan B. Osborne O.F.M., «Reconciliatìon and Justiflcation». The Sacrament and its Theology , in Antonianum, 68/1 (1993) p. 126-127 .

Questo validissimo libro è scritto in modo intelligente da un teologo che fino ad alcuni anni fa fu Preside della «Catholic Theological Society of America» e che attualmente è professore ordinario di teologia sistematica alla «Franciscan School of Theology» e alla «Graduate Theological Union». Tale opera intende fornire elementi storici e teologici su cui si fondano la riconciliazione e la giustifi­cazione. E' da considerarsi come manuale eccellente di teologia, atto a stimolare una feconda e interessante discussione. Senza dubbio, costituisce un arricchi­mento per ogni biblioteca teologica.

Non è da ignorare che, dopo il Vaticano II, il sacramento della riconcilia­zione ha riscontrato dei successi e delle difficoltà. L'autore sostiene che una delle maggiori ragioni per cui il rinnovamento di questo sacramento si presenta difficile è la costatazione che ad esso manca l'integrazione della teologia della giustifica­zione. In questo contesto, vengono delineati i problemi fondamentali sulla giusti­ficazione all'interno della teologia biblica paolina, rintracciando gli sviluppi sto­rici, teologici e liturgici, dal sec. I fino ad oggi. In questo modo l'autore intende arricchire la concezione della riconciliazione proponendo profonde riflessioni sulla dimensione cristologica e ecclesiologica del sacramento. Come punto iniziale la trattazione cerca di stabilire la interrelazione che esiste tra la riconciliazione e la giustificazione. Il tema della giustificazione, come appare in modo evidente in tutto il volume, deve essere al centro di ogni teologia del sacramento della ricon­ciliazione. Lo studio della giustificazione costituisce una esigenza fondamentale per la teologia e la prassi del sacramento. L'autore si domanda: In quale maniera tale sacramento, nel suo rito presente, possa celebrare il mistero della giustifica­zione? Dalla risposta che si dà sotto l'aspetto teologico e pastorale dipende la fruttuosità della riconciliazione nella sua forma rinnovata. La riconciliazione non è il riacquisto del paradiso personale perduto per causa del peccato. Per mezzo della riconciliazione i peccatori si ricolmano piuttosto d'una sovrabbondanza del­l'amore di Dio che perdona e santifica. Il sacramento della penitenza è una cele­brazione della giustificazione: una giustificazione che è anche una salvezza, una deificazione. Il fondamento che giustifica questo modo di dire queste cose e dirle in modo così critico è questo: il sacramento reale della riconciliazione è Gesù nella sua umanità.


 
 
 
 
 
twitter
 
Martín Carbajo Núñez - via Merulana, 124 - 00185 Roma - Italia
Esta página también está activa aquí
Webmaster